YourMag » Vita di Coppia » Coppie interrazziali: più forti e capaci di cambiare il mondo
coppia etnie diverse bacio

Coppie interrazziali: più forti e capaci di cambiare il mondo

Sembra impossibile da pensare, eppure, fino a non troppi anni fa, i matrimoni misti, celebrati tra persone di etnie diverse, erano considerati illegali e punibili con il carcere nel mondo occidentale.

Era il 1967 quando, dopo anni di processo, finalmente il tribunale della Virginia, in America, stabilì che non costituiva reato il matrimonio tra un bianco e una nera: una vittoria, quella dei coniugi Loving (di nome e di fatto) che aprì la strada per l’inclusione delle coppie miste nella società, all’alba del Civil Right Act del 1964, che dichiarò definitivamente illegali le discriminazioni e le segregazioni razziali.

Una lunga battaglia, quella dei Loving, fatta di pregiudizi, carcere, infinita ignoranza; una vittoria che suggellò il loro amore e che ha fatto da baluardo per le coppie interrazziali a venire. In molti sono a ricordarli in questi ultimi tempi, dove tendenze di stampo razziale e neofasciste stanno prendendo nuovamente il largo in moltissime realtà civili.

Eppure, il successo delle unioni tra persone di culture ed etnie (la scienza ha stabilito che non esistono differenti “razze” umane) potrebbe essere interpretato come il grado di integrazione sociale di un Paese, offrendo una serie di riscontri positivi sulle contaminazioni che, in fondo, da sempre hanno caratterizzato l’uomo: addirittura, sembra che i primi Homo sapiens si siano accoppiati con ciò che rimaneva della popolazione Neanderthal, creando delle coppie – con prole – molto unite!

Le coppie miste secondo gli esperti

Diverse ricerche hanno portato alla luce moltissimi lati positivi riguardanti una unione mista, sotto tantissimi punti di vista differenti. 

Innanzitutto, proprio per la natura del loro rapporto che conserva ancora i retaggi di sofferenze e ingiustizie, sembra si tratti di legami molto forti, capaci di auto-alimentarsi proprio grazie alle differenze culturali che diventano un fiume in piena attraverso il quale immergersi nell’altro, continuando ad imparare cose nuove per tutta la vita. L’armonia che si genera, quindi, è unica e molto meno “scontata” di quella che ci si aspetterebbe da due persone della stessa etnia. Anzi, uno studio condotto dall’Università della California su un campione di 245 studenti dell’Università Statale della West Coast è riuscito anche a dimostrare che le coppie miste sono più soddisfatte delle altre, addirittura valutando a vicenda in maniera molto più positiva i propri partner, in quanto a fisicità, intelligenza e doti morali.

Infine, già il solo fatto di “esistere” combatte, seppur indirettamente, qualunque fonte di pregiudizio, rafforzando la normalità di una scelta d’amore del genere, influendo positivamente sulle idee e le abitudini sociali altrui.

Insomma, ogni coppia mista che si formi ha non solo il diritto, ma anche il dovere morale di vivere i propri sentimenti alla luce del sole, dimostrando di essere capace di vivere in piena armonia con chi appoggerà la loro unione, ma anche e soprattutto con chi non la guarderà di buon occhio.