YourMag » Vita di Coppia » Coppia: se il terzo incomodo è lo smartphone
Coppia: se il terzo incomodo è lo smartphone

Coppia: se il terzo incomodo è lo smartphone

In tante occasioni a dividere una coppia non è un’altra persona, ma è l’uso continuo e senza regole dello smartphone o di altri dispositivi elettronici.

Spesso, infatti, entrambi o uno solo dei componenti della coppia sono talmente presi dai loro telefoni e dalla smania, in alcuni casi patologica, di condividere ogni cosa sui social, da dimenticare di avere davanti una persona in carne ed ossa. Un compagno o una compagna con cui ci si dimentica di parlare e confrontarsi e da cui ci si può allontanare sempre di più, rischiando a lungo andare di rovinare l’intimità di coppia.

Coppia: come proteggere la relazione dall’uso smodato dello smartphone

Questo problema, però, se c’è la volontà in entrambi i componenti della coppia, si può risolvere ed evitare che diventi più grave. Se, al contrario, il “drogato” da smartphone è solo uno dei due partner, l’impresa diventa un po’ più difficile, ma non impossibile. Ecco, allora, qualche suggerimento per liberarsi dalla dipendenza da cellulare.

Cellulare spento quando si esce insieme

L’ideale quando si esce con il proprio compagno sarebbe spegnere lo smartphone. Se questo invece non è possibile, può bastare anche solo tenerlo lontano, evitando però di guardarlo di continuo. Non averlo, quindi, nel proprio campo visivo giova all’intimità della coppia, perché si è più concentrati a guardare il partner piuttosto che il display. Allo stesso modo è salutare per una relazione non portare telefonino, tablet o pc in camera da letto, che è un luogo in cui non deve “entrare” nessuno, anche solo virtualmente.

La condivisione dei momenti di coppia va bene, ma con moderazione

E’ ormai prassi sempre più diffusa condividere sui social network tutti i momenti belli vissuti in coppia. Questo può essere carino e divertente, ma fino ad un certo punto. Come in ogni cosa è opportuno non esagerare: sì, ad una foto davanti ad un panorama mozzafiato o ad un’altra durante una cena con gli amici, ma è bene ricordare che non tutti i momenti di coppia vanno condivisi. Alcune situazioni e determinate emozioni devono rimanere private tra i partner, anche perché perdere tempo a fare selfie da postare in rete fa trascurare ciò che si sta facendo nella vita reale.

E’ meglio parlarsi in faccia piuttosto che sui social

Un’altra abitudine che sta prendendo piede nell’era dei social network è quella di parlare con il proprio compagno attraverso i commenti o i “mi piace”. Come la condivisione delle foto dei momenti più belli, anche questa consuetudine può essere simpatica, ma con moderazione. Se si hanno delle cose da dirsi, parole carine ma anche rimproveri, è meglio farlo di persona, quando si è da soli, e non nella piazza virtuale di Facebook, lanciandosi messaggi privati e che, così, non lo sono più.