YourMag » Vita di Coppia » Coppia: quando la convivenza non fa per tutti
Coppia: quando la convivenza non fa per tutti

Coppia: quando la convivenza non fa per tutti

Si può amare una persona e desiderare di non vivere sotto lo stesso tetto? Sì, è un’abitudine che sta iniziando a diffondersi e non pregiudica il sentimento.

Il fenomeno delle coppie che vivono in case diverse è nato nel Nord Europa e con il passare del tempo si è diffuso in Gran Bretagna, Francia e Olanda.

Anche in Italia le coppie LAT (acronimo che sta per Living Apart Together) sono in aumento. Esistono quindi sempre più persone che, pur essendo innamorate, preferiscono non dividere la stessa casa e portare avanti la loro relazione mantenendo le proprie abitudini e i propri spazi.

Coppia: in aumento quelle che non convivono

Le coppie che decidono di non convivere lo fanno per diverse ragioni, più o meno condivisibili. A scegliere di vivere una relazione di questo genere sono le persone più autonome ed indipendenti e che non amano meno delle altre il loro partner. L’indipendenza, però, deve essere anche economica, perché è più facile che questa scelta sia fatta da chi può vivere agiatamente nella propria casa, senza aver bisogno di condividere un’abitazione per far fronte alle spese.

L’amore può essere vissuto anche in case separate

Il desiderio di non condividere i propri spazi con il partner ce l’ha soprattutto chi ha già avuto una convivenza fallimentare o chi ha dei figli nati da una relazione precedente e, quindi, preferisce non portare in casa un nuovo partner.

Le coppie LAT scelgono quando stare insieme

Il fatto di non essere obbligati a stare insieme 24 ore su 24 ha il vantaggio di far vivere un amore consapevole, perché si sta insieme solo quando lo si desidera. Questo non vuol dire che ci si vede solo quando si è felici e tutto va bene, il supporto del partner c’è anche nei momenti di difficoltà. Un altro beneficio è quello di non dover discutere continuamente su alcuni aspetti che riguardano la casa. Chi ha la capacità di saper gestire autonomamente la propria abitazione e, quindi, non ha problemi a vivere da solo, non si ritrova a dover litigare magari su come accordarsi per portare avanti il ménage familiare.

Quando questo rapporto funziona e quando è meglio evitarlo

Vivere una relazione di questo tipo funziona, innanzitutto, quando si tratta di una scelta condivisa da entrambi e quando non si vuole mettere su famiglia. Se, infatti, uno dei due componenti della coppia desidera avere dei bambini, ovviamente questo tipo di rapporto non può funzionare. Generalmente le coppie LAT sono formate da persone abituate a stare fuori casa per più giorni, sia per lavoro ma anche per stile di vita, e che credono che l’amore si ravvivi se non si sta sempre insieme. Per finire è bene essere sicuri che il vivere separati non sia un alibi per guardarsi intorno e cercare nuovi partner. Questo avviene quando non ci si fida dell’altro, ma anche quando non si ha il coraggio di ammettere che cosa si desidera davvero.