YourMag » Vita di Coppia » Coppia: più posti la tua storia sui social più sei insicura
condividere post sulla propria relazione è sintomo di insicurezza

Coppia: più posti la tua storia sui social più sei insicura

Le coppie che postano ogni attimo della loro vita sui social sono veramente così felici come sembrano? Secondo gli esperti, no. Quello che, dunque, agli occhi dei più romantici, potrebbe apparire come un grande amore, in realtà, non sempre lo è e

piuttosto rappresenta l’espressione di un sintomo di insicurezza nei confronti del partner.

Molti esperti di relazioni di coppia, infatti, sostengono che chi è certo della solidità del proprio rapporto non ha alcuna necessità di fare incetta di like, che, nell’epoca dei social network, si traducono in consenso e in conferma, da parte degli altri, della propria felicità.

Una coppia felice non cerca conferme sui social

La sessuologa Nikki Goldstein, intervistata dal “DailyMail”, afferma che chi è alla ricerca di rassicurazioni sulla propria relazione posta più degli altriperchè ricevere “mi piace e commenti dagli altri è rassicurante, è lasciare agli altri giudicare sull’amore che si sta vivendo” che, naturalmente, viene rappresentato in tutti i suoi momenti più belli e divertenti.

Chi è sicuro del suo amore si gode l’attimo senza postarlo

Nella sua intervista l’esperta, poi, ha evidenziato anche un altro punto molto importante:  le coppie veramente felici non postano il loro amore sui social ma lo vivono. Chi, infatti, pubblica subito video e foto in compagnia della dolce metà, non si gode veramente il momento che sta vivendo con il partner, perchè è vittima dell’irrefrenabile urgenza di condividerlo con gli “amici” online, che possono, con i loro “like”, confermare che la storia procede a gonfie vele.

Attenzione alle didascalie

Un altro segno indicativo dell’insicurezza di un rapporto, secondo Nikki Goldstein, sono le didascalie che si mettono a corredo di foto e video. Dal tipo di commenti, infatti, si può evincere che genere di storia si sta vivendo. Frasi in cui è ricorrente l’uso del possessivo, come “il mio fidanzato” o “mio marito”, sono indicative di una relazione che traballa e che per avere una “patente” di stabilità deve affermare, via social, l’appartenenza del partner.

Chi posta ossessivamente su Twitter ha relazioni più brevi

Ad avvalorare questa teoria sono gli ultimi studi scientifici in materia, raccolti nella rivista “CyberPsychology, behavior and social networking”, che conferma anche le tesi che chi posta su Facebook in modo continuo vive relazioni fallimentari. Le ricerche più recenti, poi, sottolineano che le coppie veramente innamorate non devono dimostrarlo facendosi vedere sui social, ma preferiscono vivere la loro storia nell’intimità del proprio rapporto.

Limitare l’uso dei social

Infine, nella rivista viene espressa anche un’altra tesi, emersa dalle ultime ricerche e che riguarda non solo chi è in coppia ma anche chi è single: limitare l’uso dei social apporta solo benefici. Usare meno Facebook, infatti, aiuta ad evitare la depressione e la dannosa fissazione di confrontare la propria vita con quella degli altri.