YourMag » Vita di Coppia » Coppia: la differenza di età fa bene alla relazione?
Coppia: la differenza di età fa bene alla relazione?

Coppia: la differenza di età fa bene alla relazione?

Una coppia in cui c’è una notevole differenza di età, è forse destinata a lasciarsi? Secondo uno studio americano i rischi ci sono tutti.

All’inizio tutto procede per il meglio, poi però i nodi vengono al pettine e la relazione accusa qualche contraccolpo che, nella peggiore delle ipotesi, può essere decisivo.

A dare questo avvertimento ai partner che presentano notevoli differenze di età, è una ricerca condotta dall’Università del Colorado a Boulder e pubblicata sul “Journal of Population Economics”. Secondo lo studio, nel giro di 6-10 anni subentrano le prime insoddisfazioni e le coppie meno appagate sono più soggette a scoppiare davanti ai problemi. Soprattutto davanti alle difficoltà economiche, come hanno rivelato i ricercatori americani.

Coppia: come vivere al meglio una relazione in cui c’è differenza di età

Il sentimento che nasce tra due persone che hanno molti anni di differenza è lo stesso di quello che nasce tra chi è più vicino di età, però è indubbio che esistano dei fattori che favoriscono l’attrazione, quando lui o lei sono più grandi. Come, di contro, ci sono dei problemi che possono far naufragare una coppia in cui c’è uno sbilanciamento di età.

Perché si è attratti da chi non è coetaneo

Oltre all’amore, ovviamente, c’è anche la sensazione che un partner più grande possa essere più affidabile ed esperto. Mentre un compagno più piccolo può dare la sensazione di tornare all’età della giovinezza e di vivere tutto con la leggerezza di quegli anni. Ma non va trascurata neanche la carica di autostima che si riceve da questo tipo di relazione. Chi è più grande si sente ancora in grado di “competere” con i rivali più giovani; mentre chi è più piccolo è lusingato per aver fatto innamorare un partner con più esperienza e fascino.

I problemi che possono rovinare questo tipo di relazione

Le problematiche da affrontare possono essere parecchie, e quindi è bene esserne consapevoli e preparati. Innanzitutto bisogna comprendere che, avendo età diverse, anche i modi di divertirsi possono essere diversi. Così, per evitare discussioni e musi lunghi, è importante venirsi incontro e accontentarsi a vicenda, ma ogni tanto è consentito anche prendersi delle serate da vivere da soli.

Tra le difficoltà che potrebbero presentarsi c’è anche quella legata al desiderio sessuale, ma è meglio non dare tutto per scontato. Un partner più grande, infatti, non è detto che sia meno attivo sotto questo aspetto, perché, come spiega la psicoterapeuta Isabella Mezzetti, “l’età potrebbe far perdere la tendenza a fare il primo passo, ma non il piacere in sé di fare l’amore”.

Se lui è più adulto, poi, è bene che non faccia sentire inadeguata la sua giovane partner; mentre se ad essere più grande è lei è fondamentale che non si comporti da “mamma”. Entrambi questi atteggiamenti possono essere deflagranti per una coppia, come può esserlo il non parlare della “questione figli”, se farli o no e quando.

Infine, è essenziale non lasciarsi travolgere dalla gelosia nei confronti di un compagno più adulto, che verosimilmente ha avuto più relazioni di uno più giovane.