YourMag » Vita di Coppia » Coppia: fedeli… all’amante
Coppia: fedeli... all'amante

Coppia: fedeli… all’amante

E’ possibile non essere fedeli al proprio compagno ed esserlo al proprio amante? Secondo l’indagine di un sito di dedicato a tradimenti e scappatelle, sembra di sì.

Il sondaggio ha rivelato che è possibile avere storie importanti con più anime gemelle, perché ognuna di queste soddisfa un aspetto del proprio carattere e rappresenta ciò che si cerca.

Sono in aumento, quindi, gli uomini e le donne che restano “fedeli” ad un solo amante e che non amano andare di fiore in fiore, cercando varie scappatelle.

Coppia: la fedeltà non è solo per il partner ufficiale, ma anche per l’amante

Il sondaggio è stato condotto su 1000 uomini e donne, di età compresa tra i 18 e i 65 anni. I risultati sono stati chiari e hanno dimostrato che gli intervistati trovano più soddisfacente avere una sola storia fuori dal rapporto ufficiale. Le percentuali, però, cambiano a seconda del sesso: a volere questo è il 92% delle donne, mentre il 48% degli uomini non vuole rinunciare a tante scappatelle con più amanti.

Tutti alla ricerca delle anime gemelle

Questa tendenza sarebbe in aumento, perché uomini e donne non cercano più solo un’anima gemella, ma sono alla costante ricerca di più di un’anima gemella, che possa appagare ogni singolo tassello della loro personalità.

Insomma, non basta più l’altra metà della mela, ma per essere veramente appagati e felici servono più parti della mela.

L’unica fedeltà che conta è quella verso sé stessi

Per questo motivo chi tradisce con una certa frequenza non si sente in colpa, perché ritiene che sia normale trovare un terzo elemento nella coppia. Un’altra persona che lo completi e a cui restare fedele, così non si parla più di una coppia, ma di un sistema a tre.

Tutto questo è giustificato dal fatto che, per chi è polifedele, l’unica e vera fedeltà che conta è quella verso sé stessi. Essere fedeli verso sé stessi vuol dire ascoltare le proprie esigenze e i propri bisogni più profondi e permettersi, quindi, la “libertà” di scegliere più persone da amare e che rendano sereni, completi e felici.

Non sottovalutare mai i segni del tradimento

Scoprire un tradimento, senza dubbio, non è una bella “sorpresa” per chi lo subisce e, a volte, si preferisce ignorare i segnali che, quasi sempre, ci sono. Ci sono segnali più o meno evidenti, ma non mancano mai.

I più chiari sono messaggini e foto strane sul cellulare o oggetti di un’altra donna trovati per caso, ma è bene non trascurare o sottovalutare anche quelli più piccoli, come un cambiamento di comportamento nell’intimità, se preferisce passare il suo tempo con un’altra persona o, ancora, se di colpo diventa possessivo del suo telefono o se è molto vago, quando gli viene chiesto come ha trascorso la sua giornata, per esempio.