YourMag » Dieta » Come funziona la Dieta Atkins
dieta atkins

Come funziona la Dieta Atkins

La maggior parte delle persone cerca una dieta semplice da gestire, non troppo proibitiva, e che possa anche permettere di togliersi qualche soddisfazione di tanto in tanto.


La dieta Atkins è probabilmente la dieta più particolare che molte persone abbiano mai incontrato: questo regime alimentare a basso contenuto glucidico chiede di soddisfare la richiesta energetica soprattutto per mezzo di proteine e grassi riducendo i carboidrati. La dieta Atkins insomma non richiede di sacrificare i piatti più amati della cucina mediterranea. Ma come funziona la dieta Atkins?

La dieta Atkins per dimagrire

Un regime alimentare che spopola negli USA

La dieta Atkins è nata come regime alimentare per tenere sotto controllo il diabete mellito; poi è stata adottata da molte celebrità statunitensi che l’hanno fatta conoscere in tutto il mondo.
Ma come funziona la dieta Atkins? Questo regime si propone di mantenere costanti nel corpo umano i livelli di insulina, e di permettere all’organismo di bruciare più grassi possibili.
Grazie ad una forte limitazione del consumo di carboidrati, la dieta Atkins costringe ad usare lipidi e proteine come fonte energetica. Si tratta di un fenomeno che favorisce il dimagrimento, in quanto un’alimentazione di questo tipo aumenta il senso di sazietà, accresce il dispendio energetico giornaliero e contribuisce alla produzione di ormoni che aiutano ad aumentare la massa muscolare, in presenza di attività fisica.

Come funziona la dieta Atkins

Le quattro fasi

La dieta Atkins si struttura in quattro differenti fasi o periodi.
La prima fase è detta dell’induzione, e dura almeno due settimane. In questo periodo si limita al massimo l’apporto glucidico: non più di venti grammi al giorno. Bisogna quindi evitare i cibi semplici e complessi che siano ricchi di zucchero, ma via libera alle proteine: formaggi, uova, carne e pesce.
La seconda fase è detta della Perdita di Peso.
In questo periodo l’apporto glucidico viene leggermente aumentato di 5 grammi al giorno. L’arresto di tale apporto glucidico avviene quando si arresta la perdita di peso.
In questa fase si perdono dai 400 ai 1400 grammi di peso per ogni settimana.
La terza fase è detta del Pre Mantenimento. In questo lasso di tempo, la dieta Atkins prevede che si aumenti l’apporto di glucidi di 10 grammi a settimana. In questa fase la perdita di peso non sarà superiore a 500 grammi ogni settimana.
Lo scopo della terza fase è quella di preparare il corpo all’ultimo stadio, quello di Mantenimento, che segna l’arrivo del soggetto al peso ideale e, appunto, al suo mantenimento.

Esempio di menù settimanale nella fase 1 di approccio alla dieta Atkins

Lunedì:

    Colazione: caffé amaro, 2 fettine di formaggio, un finocchio
    Pranzo: petto di pollo arrosto con contorno di insalata
    Cena: filetti di salmone al forno con contorno di fagiolini

Martedì:

    Colazione: due uova strapazzate con pancetta, the o caffè non zuccherati
    Pranzo: polpette di cavolfiore e formaggio crescenza
    Cena: cuori di merluzzo al pomodoro fresco con contorno di ravanelli

Mercoledì:

    Colazione: formaggio provolone e prosciutto cotto, the o caffè senza zucchero
    Pranzo: bistecca di vitello ai ferri con contorno di spinaci
    Cena: ricotta o mozzarella di bufala con contorno di asparagi stufati

Giovedì:

    Colazione: due uova sode con contorno di pomodori, the o caffè senza zucchero
    Pranzo: tacchino in padella con contorno di lattuga e finocchi
    Cena: orata al cartoccio con contorno di broccoli stufati

Venerdì:

    Colazione: prosciutto crudo e stracchino, the o caffè senza zucchero
    Pranzo: fettina di manzo ai ferri con contorno di melanzane al pomodoro fresco
    Cena: soutè di vongole, fontina con contorno di scarola stufata

Sabato:

    Colazione: 2 uova all’occhio di bue, the o caffè senza zucchero
    Pranzo: polipo all’insalata con contorno di lattuga
    Cena: pizza alla Atkins

Domenica:

    Colazione: formaggio mascarpone o ricotta, caffè senza zucchero
    Pranzo: calamari con contorno di carciofi e pomodori
    Cena: fettina di vitello arrosto con contorno di zucchine

Esempio di menù settimanale nella fase 2 per continuare a perdere peso.

Lunedì:

    Colazione: uova e prosciutto crudo, caffè o the non zuccherato
    Pranzo:pesce spada in crosta di mandorle e una fettina di formaggio provolone
    Cena: tacchino con contorno di cicoria

Martedì:

    Colazione: formaggio crescenza con una fettina di melone cantalupo
    Pranzo: insalata di baccalà e olive verdi
    Cena: bistecca di manzo ai ferri con contorno di lattuga e ravanelli

Mercoledì:

    Colazione: uova e pancetta, caffè o the non zuccherato
    Pranzo: arrosto di vitello alle noci
    Cena: insalata di polipo e finocchi

Giovedì:

    Colazione: ¼ di tazza di frutti di bosco, caffè o the non zuccherato
    Pranzo: mozzarella di bufala con contorno di funghi al pomodoro fresco
    Cena: petto di pollo con contorno di asparagi stufati

Venerdì:

    Colazione: formaggio caciocavallo e speck, caffè o the senza zucchero
    Pranzo: filetto di salmone con contorno di broccoli al limone
    Cena: fettina di vitello arrosto con contorno di carciofi

Sabato:

    Colazione: uova strapazzate, caffè o the senza zucchero
    Pranzo: filetti di orata alle nocciole
    Cena: involtini di melanzane al prosciutto cotto

Domenica:

    Colazione: mascarpone e 50 g di fragole, caffè o the non zuccherato
    Pranzo: arrosto di maiale con contorno di fagiolini stufati
    Cena: pizza alla Atkins

Per maggiori info: http://it.atkins.com/