YourMag » Ecologia » Cimici: rimedi naturali e cruelty free
Cimice marrone su foglia

Cimici: rimedi naturali e cruelty free

Di cimici è pieno il mondo: le specie sono tantissime, tutte diverse, e infestano zone molto differenti dell’ambiente, dagli interni ai giardini. Come allontanarle in modo naturale ed indolore?

Sono capaci di devastare orti interi e di infastidire con il ronzio generato dalle loro ali; possono infilarsi e proliferare nei materassi e, in qualche caso, persino pungere, diventando un problema per i soggetti allergici: le cimici, in moltissimi casi, sono davvero coinquilini invadenti e fastidiosi, pur essendo molto piccole e potenzialmente quasi impercettibili.

È possibile allontanarle senza ricorrere a pesticidi chimici e senza compiere “stragi”?
Ecco qualche rimedio poco invasivo e prettamente naturale/organizzativo.

Prevenzione in casa

Che si viva in città o in case di campagna, il metodo zanzariera è ovviamente quello più consigliato: in questo modo si schermeranno gli interni non solo dall’entrata di questi fastidiosi animaletti, ma anche da tantissimi altri insetti! Una spesa che vale sicuramente il suo prezzo.

Inoltre, tutti i muri devono essere a prova di nido: quindi, bisogna assolutamente sigillare crepe e forellini (con stucco o silicone), avendo cura di far aderire alla perfezione i battiscopa.

Altro tassello per una casa libera dalle cimici è quello relativo alle porte che danno all’esterno: fascette di gomma o paraspifferi rappresentano la soluzione migliore per chiudere un accesso potenziale verso l’interno; anche le grate di aerazione possono diventare un ingresso, se le maglie sono abbastanza larghe, per cui si può pensare di coprirle con un altro pezzetto di rete con maglia più fitta, fissandola con delle fascette. 

Mai dimenticare, poi, di controllare anche le parti delle mura interessate dal passaggio delle tubature, per assicurarsi che non ci siano aperture, anche millimetriche, intervenendo nel caso sempre con stucco e silicone.

Alla camera da letto è sempre bene dedicare qualche minuto in più: la possibilità di essere morsi mentre si dorme o ci si veste è decisamente la più antipatica di tutte!

Il materasso deve essere regolarmente battuto con molta energia, passato all’aspirapolvere e, se possibile, anche sterilizzato con uno strumento adatto (magari un elettrodomestico a vapore); lenzuola e biancheria andrebbero sempre lavate ed igienizzate in lavatrice, alla temperatura più alta possibile (che varia, ovviamente, a seconda dei tessuti e dei colori); infine, cassettiere, comodini ed armadi andrebbero, ogni tanto, scostati dal muro per essere puliti al meglio sul retro, anche semplicemente con una economica soluzione di acqua ed aceto.

Piante repellenti

Non tutti sanno che esistono anche delle piante in grado di repellere naturalmente questi insetti.

Partiamo, anzi, da un vegetale che abbiamo sempre in casa e che è assolutamente facilissimo da reperire: l’aglio.

Il suo odore forte e pungente è capace di essere sentito a distanza dalle cimici, che eviteranno di avvicinarglisi: uno spruzzino contenente acqua con aglio triturato o macerato è perfetto per essere utilizzato sulle piante dell’orto o del giardino, diventando fedele amico anche di terrazze e balconi!

Menta ed olio di neem, ovviamente, a parità di efficacia hanno decisamente un odore più  gradevole: utilizzati anche come antiparassitari naturali per gli animali domestici, possono rappresentare una soluzione anche per gli interni, profumando anche l’ambiente!