YourMag » Benessere » Cibi e bevande che aiutano a riprendersi da una sbronza
riprendersi da una sbronza

Cibi e bevande che aiutano a riprendersi da una sbronza

A tutti può capitare di prendere una sbornia di troppo. Come ben si sa, la mattina seguente ci si sente stanchi, spesso si ha mal di testa, vertigini e una sensazione di generica spossatezza che non è semplice scacciare via.

Anziché imbottirsi di medicinali, può essere una buona idea quella di assumere dei cibi e delle bevande che aiutino a riprendersi da una sbronza in modo del tutto naturale.
Vediamo quali sono i migliori cibi per riprendersi da una serata alcolica.

Prima regola: idratarsi

Per riprendersi dalla sbronza, acqua naturale e tisane

La prima cosa da fare dopo una serata ad alto tasso alcolico è quella di non dimenticarsi di bere ed idratarsi.
È bene bere in maniera abbondante: acqua naturale, succo d’arancia o di altra frutta, oppure tisane calde per riequilibrare l’organismo.
Sconsigliamo invece di bere caffè, il quale stimola i succhi gastrici e potrebbe irritare lo stomaco, che a sua volta potrebbe già essere molto provato da una solida bevuta.
Una tisana perfetta per riprendersi dalla sbronza in modo del tutto naturale è quella allo zenzero. Questo preparato aiuta a calmare lo stomaco ma anche a distendere i nervi.

I cibi migliori per riprendersi da una sbronza in maniera naturale

Per star meglio in maniera naturale, vediamo adesso quali sono i migliori alimenti da consumare per riprendersi da una sbornia senza i medicinali.
Innanzitutto l’avocado: questo frutto aiuta a rimpinguare le scorte di potassio che vengono ‘distrutte’ dall’alcol ingerito. Il potassio combatte stanchezza, vertigini, la generica debolezza che colpisce dopo una sbronza. Inoltre aiuta a reintegrare sodio, fibre, vitamina B6 e caroteni.

Un altro alimento perfetto per combattere il giro alla testa sono le albicocche secche. Basta una manciata di albicocche essiccate per fare il pieno di potassio, che combatte la stanchezza.
Ma il fisico debilitato da una forte bevuta ha anche bisogno di magnesio: una tazza di fagioli cotti per avere circa il 25% della dose giornaliera di magnesio, che aiuta ad attivare le vitamine del gruppo B, indispensabili al metabolismo.

Anche i broccoli possono aiutare: contengono acido folico, una vitamina del gruppo B che viene distrutta dall’alcol. In questo modo si potrà fare il pieno di questa vitamina indispensabile, che aiuta anche la concentrazione e vince la fatica e lo stato di prostrazione che si prova il giorno seguente alla bevuta.

Le patate dolci hanno una funzione essenziale nel combattere l’intossicazione da alcol: aiutano a rimpinguare i livelli di glucosio che vanno distrutti dall’intossicazione di alcol, ed apportano anche vitamine del gruppo B e betacarotene.