YourMag » Sessualità » Cena romantica in vista? Ecco quali sono i cibi afrodisiaci da provare!
labbra donna peperoncino

Cena romantica in vista? Ecco quali sono i cibi afrodisiaci da provare!

Avere una lista di cibi afrodisiaci sottomano potrebbe rivelarsi un’ottima idea per organizzare una cenetta romantica coi fiocchi o per dare uno sprint tutto naturale alla vostra vita di coppia

Si fa un gran parlare di cibi afrodisiaci sin dall’antichità ma, in realtà, la quantità di alimenti che possiede davvero caratteristiche in grado di aiutare, stimolare e potenziare la sessualità è molto meno affollata di quel che un tempo di potesse pensare.

Ma qual è, quindi, questo food miracoloso capace di coinvolgere i sensi ed inebriarli fin sotto le lenzuola?

Condimenti

Cominciamo da qualcosa di universale e non troppo invasivo: i condimenti.

Presenti nei piatti di ogni tipo di dieta, da quella onnivora a quella strettamente vegana, sono in grado di offrire apporti importanti e funzionali allo scopo.

L’aglio, ad esempio, possiede proprietà anticoagulanti che favoriscono la circolazione, permettendo che tutti gli organi – anche quelli sessuali ed il cervello – siano più irrorati di sangue; inoltre, sembra agisca direttamente sulla qualità dell’erezione.

Anche chiodi di garofano, noce moscata e peperoncino sono indicati: i primi combattono la stanchezza mentale, la seconda si rivela utile all’uomo come stimolante ormonale, mentre il terzo, notoriamente, è un potente vasodilatatore che facilita anche l’eiaculazione.

Timo e zenzero fanno da tonico per il corpo, mentre lo zafferano, oltre a favorire anch’esso la circolazione, si comporta esattamente come un connubio di ormoni sessuali.

Pesce

Viriamo su qualcosa di decisamente meno universale.

Il pesce azzurro contiene Omega 3, ottimi per la circolazione, mentre nell’olio di fegato di merluzzo, nelle aringhe e nel salmone, l’elevato contenuto di vitamina D concorre nella -produzione di testosterone. Vale, anzi, la pena anche ricordare che il merluzzo contiene anche arginina, un amminoacido che ha effetti positivi sulla fertilità maschile.

Vegetali

Sono, però sicuramente i vegetali a possedere il maggior numero di afrodisiaci.

Zucca, carote, pomodori, ad esempio, contengono beta-carotene e aiutano nella produzione della vitamina A, che riduce gli estrogeni (i principali ormoni sessuali femminili) ma aumenta il testosterone; “missione” condivisa, attraverso altri percorsi, anche da barbabietola, miele, tartufo, noci nocciole, mandorle, frutta secca in generale e semi (in grado di aumentare la fertilità) ed avena.

Il mais (e tutti gli alimenti da esso derivati), i semi di girasole e di sesamo e le banane mature alimentano indirettamente un rialzo nel livello di dopamina, collegata a tutta la sfera del piacere, mentre i funghi, attraverso il selenio, riattivano la circolazione. 

Il melograno (ma anche il cioccolato!) è connesso ad un’amplificazione dell’erezione, mentre i frutti di bosco, con il loro carico di vitamine, contrastano gli ormoni dello stress, rilassando corpo e mentre e aiutando la circolazione sanguigna.

Infine, tra i frutti esotici va sicuramente nominato l’avocado, per gli Aztechi “l’albero dei testicoli“, implicato nel desiderio e nella libido e nella produzione di testosterone.