YourMag » Casa » Casa: quando ricevere è un’arte
Casa: quando ricevere è un'arte

Casa: quando ricevere è un’arte

Saper ricevere in casa è un’arte, che si può imparare e perfezionare nel tempo. Il segreto è creare un feeling con i propri ospiti e, per questo, la casa deve essere perfetta.

Un’abitazione impeccabile e che rispecchi una filosofia tutta rivolta alla cura dell’ospite e all’arte del ricevere, dunque, è essenziale per riuscire a dare la sensazione di familiarità a chi viene a trovarci.

L’arte di ricevere presuppone una buona conoscenza del bon ton e delle buone maniere, che possono preservare chi ospita dal fare brutte figure con i propri invitati, e creare un’atmosfera accogliente che faccia sentire tutti a proprio agio.

Casa: i consigli per ricevere gli ospiti

Ecco, allora, qualche utile suggerimento e necessaria accortezza per non fare gaffe che potrebbero rovinare una piacevole serata da trascorrere in casa con gli amici.

L’ingresso è il biglietto da visita

La prima parte della casa che l’ospite vede quando arriva è l’ingresso. Questa porzione dell’abitazione diventa così il nostro biglietto da visita e quindi deve raccontare come siamo noi e com’è la nostra casa. Sì agli spazi pieni di luce, dove non devono mancare dei fiori freschi o delle cornici, anche vuote e di varie forme, appese alle pareti. Il gioco di luci e di cornici di varie dimensioni è perfetto anche per arredare corridoi ed anticamere. Questi luoghi di passaggio della casa, apparentemente insignificanti, possono essere sfruttati al meglio giocando con pareti colorate e specchi, che danno l’illusione ottica di spazi più grandi e profondi, ed armadi a muro o a scomparsa, che costituiscono una soluzione salva spazio perfetta per le case di piccole dimensioni.

Quando la casa è piccola

Anche se gli spazi che abbiamo a disposizione sono ridotti, niente paura, perché possiamo lo stesso esibirci nell’arte del ricevere. Se si desidera servire una cena al tavolo, si può ricorrere a tavoli estraibili o ad altre soluzioni di questo genere. L’unica raccomandazione, però, è quella di non aprire tavoli e tavolini quando gli ospiti sono già a casa. Se, invece, si opta per una cena in piedi, si possono servire l’aperitivo e il dessert sul divano e una cena con poche porzioni da consumare senza stare seduti.

La cucina, la stanza ideale per ricevere i propri ospiti

La stanza regina in cui si ricevono gli ospiti è, senza dubbio, la cucina. Qua si riuniscono gli amici e, seguendo i dovuti accorgimenti, si può creare un’atmosfera molto accogliente e familiare. Non c’è una regola fissa sugli accessori e i complementi da utilizzare, tutto dipende dagli spazi, dal numero degli ospiti e dai gusti del padrone di casa. Un no categorico va invece a tutte le opzioni usa-e-getta, quindi assolutamente banditi piatti e bicchieri di plastica e a tovaglioli di carta

E se la tavola si apparecchia in autunno? Portiamo i colori di questa stagione tra piatti e bicchieri, spazio al rosso, all’arancio e ai centrotavola ispirati alle piante autunnali. E il medesimo discorso si può fare per tutte le altre stagioni e occasioni, come il Natale.