YourMag » Casa » Casa profumata in inverno: qualche consiglio
arancia essiccata cannella profumazione casa

Casa profumata in inverno: qualche consiglio

Se curare l’arredamento della propria casa è importante, fondamentale è anche assicurarsi che ci sia sempre una grande fonte di luminosità ed un buon profumo, soprattutto in stagioni dove le finestre si ritrovano perlopiù chiuse.

Tornare a casa la sera e ritrovarsi immersi in un piacevole fresco profumo è sicuramente una sensazione estremamente gradevole da sperimentare e che può aiutare a rilassarsi dopo una lunga giornata di lavoro. Anche svegliarsi al mattino o ospitare qualcuno diventa più bello e facile, i momenti vengono scanditi ed assaporati in maniera diversa e più intensa, migliorando la predisposizione psicologica e l’umore: ecco perché è consigliato occuparsi di questi aspetti che, per qualcuno, potrebbero sembrare quasi secondari.

Sebbene sia una buona abitudine da mantenere tutto l’anno, è altrettanto vero che le stagioni fredde sono quelle in cui questa componente può diventare ancora più importante, poiché si spendono le giornate quasi sempre a finestre chiuse e riscaldamento acceso a tutta forza.

Mai esagerare

Tuttavia, bisogna sempre ricordare di non esagerare, di scegliere profumazioni delicate e poco invasive e di posizionarne le sorgenti lontano da punti delle camere in cui si staziona più a lungo, come accanto al divano, al tavolo della cucina o al letto. Una esposizione troppo prolungata a deodoranti troppo intensi, infatti, potrebbe anche diventare fastidiosa e portare al mal di testa.

Assolutamente sì, quindi, a candele, bastoncini, incensi e oli essenziali, purché siano ubicati in alto (per far “scendere” il profumo) e offrano fragranze soft.

Studiare le essenze

Come la cromoterapia studia l’effetto che hanno i vari colori sulla psiche, così lo stesso tipo di studio si può fare sui profumi, sulle loro essenze ed il loro impatto sul nostro umore.

Ad esempio, menta, rosmarino, tea tree, patchouli, lavanda e cipresso, con il loro aroma intenso e pungente, possono aiutare a sconfiggere alcuni sintomi dell’influenza, mentre la camomilla, con le sue proprietà antibatteriche, soprattutto se combinata col miele, aiuta nella prevenzione del raffreddore.

Gli agrumi, con il loro odore pungente, intervengono sull’emicrania, ma se il problema è l’insonnia si può provare a sistemare dei sacchetti accanto al cuscino, contenenti lavanda, melissa e menta essiccate. Altri ingredienti, anche scaccia-insetti, sono noce moscata, bergamotto e citronella.

Ma c’è di più: un distillato di rose è capace di rilassare e, contemporaneamente, rinvigorire, mentre cannella e vaniglia riportano alla mente i sapori di dolci gustosi ed intervengono nella lotta alle emozioni negative. Ancora, agrumi, pino e ylang-ylang scacciano la tristezza ed è possibile anche combinare vari di questi ingredienti per ricreare l’atmosfera che più si desidera.

Insomma, ogni casa deve essere lo specchio di chi la abita, non solo nell’arredamento, ma anche nei profumi, che possono essere cambiati e opzionati in base alle esigenze che cambiano giorno per giorno.