YourMag » Casa » Casa: il sogno dei genitori per i figli
Casa: il sogno dei genitori per i figli

Casa: il sogno dei genitori per i figli

Anche se il futuro dei giovani italiani è incerto e spesso lontano dai luoghi d’origine, per il 51.7% dei genitori la casa è il bene più prezioso da lasciare ai figli.

Secondo un sondaggio che ha raccolto 10 mila risposte, infatti, i genitori italiani se hanno la possibilità economica, preferiscono investire in una casa da tramandare ai propri eredi.

Non si tratta comunque di una novità visto che nel 2006 questa percentuale era ancora più alta ed arrivava al 60%. Con l’avanzare della crisi che ha colpito il nostro Paese, ma non solo, questo desiderio si è un po’ affievolito, ma c’è ancora. Di contro, però, il 48.3% sceglierebbe altre forme di investimento: avviare un business (12.52%), fare una polizza vita (11.28%), fondi d’investimento (14.89%) o acquistare oro e diamanti (5.60%). Chi fa altre scelte, le fa perché ritiene troppo costoso mantenere una casa, perché non sa dove andranno a vivere i figli (31.64%), perché non può permettersela (9%) o, ancora, perché in caso di divorzio dei figli non vorrebbe che la casa finisse al genero o alla nuora (2.69%).

Casa: i genitori investono sull’abitazione per lasciarla ai figli

Dal campione analizzato per il sondaggio emerge che non ci siano sostanziali differenze per età e luogo in cui si vive, c’è solo un piccolo incremento al Sud e tra gli over 60. Ma quali sono i motivi per cui, nonostante le condizioni economiche non sempre favorevoli, i genitori ritengano importante fare sacrifici per acquistare una casa per i figli?

I motivi economici

Si desidera tramandare la casa per diverse ragioni, anche economiche. Per il 41.65% dei genitori del Bel Paese l’immobile in cui si vive è considerato l’unico bene durevole, che si ha nella vita e che difficilmente si può perdere. C’è anche una percentuale abbastanza alta (il 29%) che ritiene che i figli non avranno mai, o comunque non troppo facilmente, la possibilità di acquistare da soli una casa e per questo motivo devono intervenire loro. Vivere in affitto, poi, soprattutto nelle regioni del Sud Italia è indicativo dell’impossibilità di acquistare un immobile di proprietà. Così, al Sud, il 21% dei genitori desidera lasciare l’abitazione ai figli per evitare che questi siano costretti a pagare un canone di locazione in futuro. Questa percentuale diminuisce di tre punti, fermandosi al 18%, nel resto di Italia.

I motivi affettivi

Tuttavia non sono solo fredde considerazioni economiche a spingere i genitori italiani a lasciare in eredità una casa ai figli, ma ci sono anche motivi affettivi. Acquistando un nido sicuro in cui far vivere i propri “cuccioli” quando diventeranno adulti, i genitori vorrebbero “assicurarsi” la loro vicinanza anche in futuro. Il 61.36% dei genitori intervistati per questo sondaggio, infatti, dichiara che, avendo a disposizione il denaro necessario, comprerebbe un’abitazione nella sua stessa città, affinché i figli non si allontanino. Questa speranza, però, purtroppo molte volte si infrange con la realtà della disoccupazione dei giovani, che per motivi lavorativi sono costretti a trasferirsi, andando a vivere in altre città o, addirittura, in altri Paesi.