YourMag » Casa » Casa: cosa fare con i vicini rumorosi?
cosa fare con i vicini di casa rumorosi

Casa: cosa fare con i vicini rumorosi?

La nostra casa dovrebbe essere il posto in cui viviamo meglio, ma, a volte, non è così, a causa di vicini troppo rumorosi che disturbano la nostra quiete.

E’ capitato quasi a tutti, nel corso della vita, di avere a che fare con dei vicini rumorosi e, a volte, il problema può essere molto fastidioso.

Questo inconveniente si riscontra soprattutto nei condomini, dove più persone devono condividere gli stessi spazi e questa convivenza non è sempre tranquilla, soprattutto se mancano le basilari regole di civiltà e rispetto reciproco.

Casa: quando i vicini rumorosi diventano un problema

Se la convivenza, però, si trasforma in un vero incubo, che cosa si può fare? Escludendo la soluzione adottata dal calciatore Leo Messi, che, a Barcellona, ha acquistato la casa del suo vicino, che disturbava la sua privacy, quali possibilità ha chi, suo malgrado, ha a che fare con un vicino molesto?

Un rumore quando è molesto

Per capire a quali armi si può ricorrere, bisogna avere prima la certezza che i rumori prodotti dai nostri vicini siano inopportuni. Un rumore per essere definito molesto deve nuocere a più abitanti del condominio o del vicinato, perché se dà fastidio solo a pochi non può essere perseguibile. In questo caso, invece, è un illecito civile per cui il responsabile non viene sanzionato penalmente ma deve pagare solo un risarcimento dei danni. Al contrario, se si appura che il rumore è molesto per diverse persone, si configura il reato di disturbo, che può essere punito con l’arresto fino a tre mesi o con una multa. E come si misura la tollerabilità o meno di un rumore? Il metro per giudicarla dipende dalla sensibilità media delle persone. La durata del rumore, invece, non è un parametro indicativo, perché anche un suono non continuativo ma improvviso può provocare un tedioso disagio a chi è costretto a subirlo, giorno dopo giorno.

Cosa dice la Legge

Il Codice Civile, in due dei suoi articoli (l’844 ed il 2043), si occupa di vicini rumorosi. Il primo dei due articoli recita che, quando un vicino provoca immissioni di fumo, calore, scuotimento o rumori vari, non si può intervenire per impedirlo, tranne che questi non diventino insopportabili ed intollerabili, pregiudicando la tranquillità della convivenza. Apparentemente, quindi, sembra che si possa fare ben poco contro i vicini troppo rumorosi ma non è proprio così, perché, se il disagio è veramente insostenibile, entra in gioco il Codice Penale con l’articolo 659 comma 1. Secondo l’articolo, infatti, il vicino non troppo “tranquillo” può essere condannato penalmente se la sua condotta impedisce o rende quasi impossibile la serenità di molti o di tutti i condomini. Il rumore, dunque, per rappresentare un fatto penalmente sanzionabile deve arrecare “disturbo alle occupazioni e al riposo delle persone”.