YourMag » Casa » Casa: come umidificare l’ambiente
consigli per umidificare casa

Casa: come umidificare l’ambiente

In inverno, stare in una casa calda è piacevole ma il tepore può peggiorare la qualità dell’aria, se la casa non è ben umidificata.

Quando si accendono i riscaldamenti, infatti, si rischia che il calore renda l’aria troppo secca e questo può provocare dei disagi a chi vive in casa.

L’aria troppo secca, inoltre, può danneggiare l’arredamento dell’abitazione, come quadri, tappeti o pavimenti in legno e, così, è opportuno per vivere bene, ripristinare il giusto grado di umidità.

Consigli per umidificare la casa 

Il miglior modo per riportare un giusto livello di umidità in casa è quello di usare un umidificatore dell’aria, che, anche in inverno, quando l’appartamento è riscaldato, non fa seccare troppo l’aria che si respira. Tuttavia, poichè non tutti ce l’hanno a disposizione, si possono utilizzare altri metodi alternativi ed altrettanto efficaci per migliorare la qualità dell’aria.

Stendere la biancheria in casa

Una valida alternativa all’umidificatore è quella di stendere i panni da asciugare in casa. Questo fa sì che questi si asciughino prima, proprio grazie ai termosifoni, e che i panni bagnati rendano meno secca l’aria, diffondendo anche un gradevole profumo di biancheria pulita.

Mettere ciotole d’acqua accanto ai termosifoni

Mettere delle ciotole piene d’acqua vicino o sopra ai termosifoni aiuta ad umidificare l’ambiente. Questo è dovuto al fatto che, grazie al calore emanato dai radiatori, l’acqua evapora rilasciando un po’ di umidità nell’aria. Inoltre, si possono aggiungere all’acqua degli oli essenziali profumati, che, riscaldati, rilasceranno il loro profumo.

Cucinare con il vapore

Il vapore acqueo, dunque, è molto utile per ristabilire la giusta umidità dell’aria in casa. Una discreta quantità di vapore si può sprigionare pure in cucina, preferendo la cottura a vapore agli altri modi di cucinare. Servirsi, quindi, di vaporiere, bollitori per the e tisane o pentole dove far bollire l’acqua per preparare pasta e riso, è molto utile per umidificare l’ambiente.

Tenere la porta del bagno aperta

Un altro trucco per rendere meno secca l’aria è quello di non chiudere la porta del bagno dopo essersi fatti il bagno o la doccia. Questo piccolo e semplice accorgimento permette che l’umidità creatasi dentro il bagno, possa uscire e diffondersi in tutte le altre camere della casa.

Utilizzare gli ionizzatori ed i brucia essenze

A differenza dei metodi consigliati precedentemente, questi ultimi due prevedono l’acquisto di qualcosa ma senza, comunque, dover spendere grandi somme di denaro. Gli ionizzatori, sempre più diffusi, servono a profumare l’aria ma, soprattutto, a renderne migliore la qualità e, quindi, possono essere usati in tutti periodi dell’anno e non solo in inverno. Infine, come gli ionizzatori, anche i brucia essenze si usano per profumare gli ambienti, ma, quando è possibile aggiungere dell’acqua, sono molto utili anche per umidificare l’aria in tutta l’abitazione.