YourMag » Casa » Casa: agevolazioni fiscali fino al 31 dicembre
Casa: agevolazioni fiscali fino al 31 dicembre

Casa: agevolazioni fiscali fino al 31 dicembre

Gestire i costi di un’abitazione è un grande impegno per le famiglie italiane ma, fortunatamente, esistono diverse agevolazioni fiscali di cui è possibile usufruire.

Le possibilità di risparmiare sull’immobile sono tante e per la maggior parte di esse ci sono 6 mesi di tempo per approfittarne.

Una delle tante agevolazioni, quella di pagare solo 200 euro per le imposte di catasto, registro ed ipoteca per comprare una casa all’asta, è scaduta lo scorso 30 giugno, ma ce ne sono molte altre.

Casa: ecco tutti i modi per risparmiare grazie alle agevolazioni fiscali

E’ bene approfittare di queste agevolazioni entro il 31 dicembre 2017 perché, dopo quella data, il valore di alcune verrà ridotto, mentre altre verranno cancellate. Vediamo allora quelle in vigore attualmente.

Le agevolazioni sui lavori

Questo è il bonus più importante. Chi ne vorrà usufruire avrà il 50% di detrazione fiscale sui lavori di ristrutturazione della casa; unica condizione: i lavori non dovranno superare il costo di 96 mila euro. L’agevolazione riguarderà anche i lavori condominiali e non solo quelli negli appartamenti. La detrazione del 50% ha riscosso un grande successo, tanto che da quando è stata introdotta nel 2012 è stata prorogata per cinque volte. Se, invece, non ci dovesse essere la sesta, nel 2018 la percentuale tornerà al 36% per una spesa massima di 48 mila euro. Il bonus mobili, invece, se non ci sarà la proroga, potrebbe sparire.

L’efficienza energetica

Si tratta di una detrazione del 65% dei costi sostenuti per la riqualificazione energetica dell’abitazione singola o di una parte del condominio. Il bonus nel 2018 avrà un valore diverso: nel primo caso sarà del 36% su un tetto massimo di spesa di 48 mila euro, mentre nel secondo dipenderà dal tipo di intervento e sarà del 65%, 70% e 75%, prorogabile fino al 2021.

Bonus per chi acquista

Anche chi comprerà potrà fruire di agevolazioni, che però sono in scadenza. Nel 2017 chi acquisterà un’abitazione in classe energetica A e B detrarrà dall’Irpef il 50% dell’Iva pagata sull’acquisto. Fino al 31 dicembre potrà approfittare di un bonus anche chi acquisterà una casa per affittarla; in questo caso si tratterà di una deduzione Irpef di cui si potrà fruire in 8 mesi. L’agevolazione si applicherà su un costo massimo di 300 mila euro e sarà pari al 20% del costo dell’abitazione affittata. Essa potrà essere nuova o integralmente ristrutturata, anch’essa in classe energetica A o B, e data in affitto a canone concordato per non meno di 8 anni.

Cedolare secca

Infine, solo fino al 31 dicembre 2017 si potrà usufruire di questo bonus. Si tratta di una tassazione agevolata del 10% sull’affitto di case per gli studenti, di quelle a canone concordato o per i contratti transitori firmati nei comuni colpiti da calamità e per i quali è stato dichiarato lo stato d’emergenza nei cinque anni precedenti al 28 maggio 2014. La cedolare secca varrà anche nei comuni in cui il proprietario non potrà affittare secondo il canone di mercato. Dal prossimo anno per i contratti concordati, transitori o con gli studenti tornerà al 15%.