YourMag » Ecologia » Capitale Verde Europea e Green Leaf: partono le competizioni
Capitale Verde Europea e Green Leaf: partono le competizioni

Capitale Verde Europea e Green Leaf: partono le competizioni

Buone notizie per l’ecologia e per le città più meritevoli di una condotta “green“: la Commissione Europea ha dato il via alle competizioni per il titolo di Capitale Verde Europea e di Green Leaf per il 2020.

Il 2020 sarà un anno importante per la celebrazione del titolo Capitale Verde Europea: sarà il decimo anno consecutivo della consegna di questo premio.

Per questo motivo, la Commissione Europea ha preso una decisione importante: la città (con più di centomila abitanti) che verrà insignita del titolo, riceverà anche un premio in denaro di ben 350 mila euro, previa approvazione del bilancio UE 2018 e approvazione, da parte del Collegio, della decisione di finanziamento 2018 per il programma Life.

Inoltre, poiché le richieste di adesione alla competizione sono in continuo aumento, anche da parte di città più piccole che hanno, comunque, fatto grandi sforzi per essere sempre più incentrate sulla sostenibilità, la Commissione Europea ha pensato di lanciare questa nuova iniziativa, chiamata Green Leaf, il cui vincitore, nel 2019, sarà premiato con un compenso di 75 mila euro, a patto di superare i 20 mila abitanti.

10 anni di Capitali Verdi Europee

Nel corso di questi anni, sono state già 9 le capitali europee insignite di questo importante premio:

  • Stoccolma, Svezia / Amburgo, Germania, nel 2011
  • Vitoria- Gasteiz, Spagna, nel 2012
  • Nantes, Francia, nel 2013
  • Copenaghen, Danimarca, nel 2014
  • Bristol, Regno Unito, nel 2015
  • Lubiana, Slovenia, nel 2016
  • Essen, Germania, nel 2017
  • Nijmegen, Paesi Bassi, nel 2018

Entro il 18 ottobre 2017 è possibile candidarsi, tramite il sito dello European Green Capital Award, per il titolo del 2020, mentre sono appena state annunciate le vincitrici dei premi del 2019, andati, in quanto a Capitale Verde, ad Oslo, Norvegia, e per la Green Leaf, a Leuven, Belgio, e Växjö, Svezia.

Un incentivo alla sostenibilità

Queste iniziative e l’istituzione di questi premi, con anche la promessa della remunerazione, sono un importante incentivo per le città di tutta Europa, per continuare a rinnovarsi e ad evolvere, mantenendo l’attenzione sulla sostenibilità, sui cambi climatici e sulla questione della gestione delle risorse e della crescita demografica.

Il commissario europeo per l’Ambiente, Karmenu Vella, ha infatti dichiarato: “Dobbiamo continuare a innovare e trovare nuove e migliori soluzioni sostenibili per gestire la nostra vita, come viaggiare, mangiare e creare posti di lavoro ‘verdi’. Le Capitali Verdi Europee e i Green Leaf Awards offrono un’ispirazione e una motivazione vitali per aiutare le città a trovare soluzioni, sia a livello europeo che globale”.

D’altro canto, la potenza di questi premi è stata già abbondantemente comprovata in questi anni: le città che hanno vinto questi titoli hanno potuto godere di una fama in positivo, guadagnandone in turismo, opportunità, ma anche sostegni economici ed investimenti da parte di altri Paesi stranieri. Il miglior incentivo, quindi, non solo a migliorare, ma anche a continuare in quella direzione, grazie ad appoggi esterni creati da alleanze e patti monetari.