YourMag » Moda » Bulgari: i suoi gioielli di cioccolato alla conquista di Dubai
bulgari apre boutique di cioccolatini

Bulgari: i suoi gioielli di cioccolato alla conquista di Dubai

Se pensavate che il marchio Bulgari si occupasse solo di gioielli vi sbagliavate di grosso. Da qualche anno, infatti, si occupa anche di preziosi… cioccolatini! Un connubio Italia-Giappone che sta deliziando i palati di tutto il mondo.

Tokyo, Bulgari Tower: non solo gioielli. Luca Fantin, infatti, recentemente premiato dalla guida Top Italiana Restaurant in the World delle Tre Forchette per il 2017, si occupa del ristorante in cima alla torre, rinomato per le sue proposte gastronomiche di alto livello. Ma c’è molto più di questo.

Gemme di cioccolato

Per Bulgari nulla è lasciato al caso, tutto viene curato nei minimi dettagli: gioielli di lusso, specialità culinarie e… cioccolatini!

Per quest’ultima categoria, in particolare, il merito è da ritrovarsi in Miura Naoki, Maitre Chocolatier che, nel 2008, ha cominciato questa collaborazione col famoso brand Made in Italy. E così il sake giapponese si è unito, nella stessa confezione, al gorgonzola italiano, per creare delle vere e proprie gemme di cioccolato, deliziose e, a loro modo, lussuose e preziose esattamente come i gioielli; tant’è che vengono esposte in bellissimi contenitori di vetro.

Parola d’ordine: artigianato

La fedeltà del marchio all’artigianato è indubbia: anzi, in questo caso, più che mai, la precisa e strabiliante arte estetica giapponese si è unita ai sapori decisi e tanto ambiti di alcune materie prime italiane. Ogni scatola di cioccolatini è preparata con un’attenzione al dettaglio che la fa sembrare come fosse una collezione di gioielli vera e propria.

Alla conquista di Dubai

Dopo qualche anno di training e di affermazione, il brand è, adesso, pronto per invadere nuovi mercati, tra cui gli Emirati Arabi: qui la boutique Bulgari Il Cioccolato ha appena aperto, proprio a Dubai. Nel frattempo, alla guida del laboratorio, si sono susseguiti svariati Maitre, fino ad arrivare all’odierno Kanako Saito, che si sta preoccupando di curare l’invio di questa esclusiva creazione dei laboratori di Tokyo in tutto il mondo; la sfida sarà mantenere qualità, conservazione, fragranza e freschezza anche a chilometri e chilometri di distanza dalla sede centrale. A Dubai sarà Meraas, la famosa Holding Company, ad occuparsi dell’apertura delle danze per questa nuova avventura, con la stessa professionalità con cui ha già affrontato l’apertura del Bulgari Resort e delle residenze della Jumeirah Bay Island, dove, tra l’altro, sta per aprirsi un’altra boutique del cioccolato.

Non solo cioccolato

Ma, come spesso accade, una cosa tira l’altra, ed anche il cioccolato non è il passo finale di Bulgari, ma solo un trampolino per nuove idee. Arriveranno, così, anche panettoni e prodotti stagionali, in boutique!

E per l’arredamento?

Il design è a cura dello studio giapponese Fresco, che ha scelto, ancora una volta rispettando il sodalizio con l’Italia, lampadari di Murano per dare il giusto impatto estetico, visivo e di luce.

Insomma, un tripudio di lusso ed esclusività all’insegna del buon gusto nippoitaliano.