YourMag » Casa » Bonus mobili 2018: ancora agevolazioni per la casa
Bonus mobili 2018: ancora agevolazioni per la casa

Bonus mobili 2018: ancora agevolazioni per la casa

Chi vuole ristrutturare casa, cambiando mobili ed elettrodomestici, anche per il prossimo anno potrà usufruire del bonus mobili.

Questa è una bella sorpresa per chi ha questa intenzione, perché all’inizio queste agevolazioni fiscali non erano state inserite nella nuova legge di bilancio.

Invece, anche nel 2018, com’è avvenuto lo scorso anno, si potrà utilizzare la detrazione Irpef del 50% per comprare elementi di arredo e grandi elettrodomestici, che però non devono essere inferiori alla classe A+.

Bonus mobili 2018: ritorna l’agevolazione fiscale con qualche novità

Oltre al bonus mobili 2018, che ha le stesse caratteristiche di quello passato, nella legge di bilancio sono state previste anche altre detrazioni, ed infine il bonus verde, una novità che riguarda le spese per la sistemazione di giardini, terrazzi, coperture, sia nei condomini che nelle ville.

Che cosa rientra nel bonus mobili 2018

Il bonus mobili 2018 economicamente copre una spesa non superiore ai 10 mila euro, che si possono utilizzare per acquistare mobili e grandi elettrodomestici. Non tutti i mobili, però, rientrano tra quelli previsti dal bonus mobili del prossimo anno. Così, si possono acquistare esclusivamente: apparecchi di illuminazione, cucine, credenze, sedie, tavoli, scrivanie, librerie, poltrone, divani, letti, materassi, armadi, comodini e cassettiere. Per quanto riguarda invece gli elettrodomestici non inferiori alla classe A+ la scelta può ricadere su lavatrici, asciugatrici, apparecchi per il riscaldamento ed il condizionamento, come apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, piastre riscaldanti elettriche, ventilatori elettrici, e ancora lavastoviglie, congelatori, frigoriferi, forni a microonde e apparecchi di cottura. Inoltre, grazie al bonus mobili 2018, sono detraibili anche le spese per il trasporto ed il montaggio dei mobili e degli elettrodomestici che si sono acquistati.

Come si devono effettuare i pagamenti

Per poter usufruire delle agevolazioni fiscali del bonus, tutti gli oggetti acquistati si devono pagare con bonifico parlante, bancario o postale, oppure con carta di credito o di debito. Il bonifico parlante differisce da quello comune perché nel compilarlo si devono specificare tutte le informazioni necessarie richieste dalla legge. Questo è necessario per evitare che si crei confusione con altri pagamenti quando si dovrà presentare la documentazione all’Agenzia delle Entrate per richiedere lo sconto fiscale sulla dichiarazione dei redditi. Non vengono accettati, invece, i pagamenti con gli assegni bancari e quelli in contanti.

Altre detrazioni e novità 

Comprese nel bonus mobili 2018 ci sono ancora altre detrazioni, già presenti lo scorso anno. La prima è la detrazione Irpef al 50% per chi desidera ristrutturare casa, e anche in questo caso c’è un limite di spesa che è di 96 mila per ogni abitazione. La seconda, poi, è l’ecobonus, che consiste in una detrazione Irpef al 65% per chi esegue interventi per aumentare l’efficienza energetica di immobili già costruiti. Infine, c’è la novità del bonus verde, ossia una detrazione del 36% per sistemare giardini e terrazze. Il tetto massimo di spesa e di 5 mila euro.