YourMag » Ecologia » Bici d’inverno? Sì, ma con il giusto outfit!
ragazza prende bici inverno giacca

Bici d’inverno? Sì, ma con il giusto outfit!

Andare in bicicletta, ormai, non è più un affare strettamente estivo, poiché sono tantissimi i cittadini del mondo ad aver abbracciato uno stile di vita più ecologico e sportivo, lontano dai combustibili fossili. 

Tantissime anche le donne che si cimentano in questo tipo di attività, che hanno trovato un modo alternativo per spostarsi in città – ma anche in campagna o in vacanza -, senza dover rinunciare a trasportare borse o buste della spesa o persino ad accompagnare i bimbi a scuola.

Anche in Italia, la presenza di piste ciclabili è garantita in pressoché tutte le metropoli e le città più importanti, soprattutto in zone centrali che, spesso, risultano molto trafficate o, al contrario, piene di isole pedonali; in questo modo si fornisce anche una soluzione concreta ad un problema di viabilità!

Ma come la mettiamo con la questione outfit?

Una mise “a cipolla”

Quando si va in bici si deve tener presente che ci si muoverà di continuo, sprecando energie – certo – ma anche accumulando calore progressivamente, sempre di più, soprattutto a fronte di tragitti particolari, pieni di discese e salite: in quel caso, anzi, gli sbalzi di temperatura sono improvvisi ed importanti, perché si passa da una condizione sotto sforzo ad una di quasi libertà, in cui si è più portati a lavorar meno, a “raffreddarsi” e a ricevere anche vento contro mano. Ecco perché vestirsi “a cipolla”, cioè a strati, è l’unica soluzione saggia che permetta di stare sempre confortevoli nei propri abiti e, contemporaneamente, di non dover rinunciare allo stile, nemmeno in inverno. Tra leggings pesanti e fuseaux, da poter indossare anche sotto altri pantaloni più larghi in caso di gelo o neve, giacche avvitate, maglie colorate e biancheria intima – rigorosamente bianca, in modo da evitare alla pelle di assorbire coloranti nocivi – non è poi così difficile mantenere la propria personalità, semplicemente coprendosi per sconfiggere le temperature proibitive.

Assolutamente sì anche a completi di sciarpa, cappello e guanti, tessuti in pile e di lana, senza dimenticare, però, che la traspirazione è la chiave per una sana attività sportiva, come anche l’idratazione: quindi, anche in pieno gelo, mai dimenticare di portare una piccola riserva d’acqua con sé!

Evitare gli eccessi

Insomma, meglio evitare di coprirsi troppo o troppo poco, di fare soste improvvise che implichino sbalzi di temperatura importanti e, soprattutto, grandi abbuffate pre-bici, come anche di mangiare meno del sufficiente: le energie da impiegare dovranno pur provenire da qualche parte!

Anche i tragitti vanno studiati ad hoc, con salite al punto giusto in cui si ha bisogno di riscaldarsi e brevi discese che consentano di riposarsi un attimo dopo un’attività frenetica; infine, godersi tutto. Anche una giornata nuvolosa, o addirittura la pioggia, possono essere inconvenienti capaci di trasformarsi in una opportunità o, semplicemente, una nuova avventura.

In fondo, vivere green è essere pronti a condividere i ritmi della natura!