YourMag » News » Banca Etruria, GdF negli uffici di Arezzo
Uno sportello della banca Etruria a Pontedera (Pisa), 19 dicembre 2015. ANSA/FRANCO SILVI

Banca Etruria, GdF negli uffici di Arezzo

Questa mattina, nella sede centrale di Banca Etruria ad Arezzo, gli uomini della Guardia di Finanza si sono presentati per acquisire alcuni documenti su richiesta della Procura di Civitavecchia.

L’ordine di procedimento ha a che fare con il suicidio di Luigi D’Angelo, pensionato che si è tolto la vita lo scorso 28 novembre a seguito del crollo delle obbligazioni della banca aretina, in cui aveva investito 100 mila euro.

A seguito di tale vicenda, la procura di Civitavecchia ha aperto un’indagine per truffa e istigazione al suicidio a carico di Banca Etruria, chiedendo quindi alle Fiamme Gialle di reperire materiale sia riguardante nello specifico il pensionato suicida, sia alcuni documenti relativi all’emissione di obbligazioni nei confronti dei piccoli risparmiatori della banca.