YourMag » Sessualità » Attrazione sessuale e condivisione dei segreti
Attrazione sessuale e condivisione dei segreti

Attrazione sessuale e condivisione dei segreti

Non solo il sesso, ma anche la semplice attrazione per qualcuno sembra instillare nelle persone la voglia di confidarsi, di rivelare segreti, di creare, in qualche modo, un legame. Come mai?

È un’evidenza che molte persone conoscono bene ma, sino ad oggi, non erano ancora state cercate risposte a livello scientifico nello specifico.

Una ricerca, realizzata in Israele a marzo e pubblicata su una rivista scientifica dedicata alla psicologia, è stata incentrata proprio su questo.

Quanto, in base all’esperienza, appare come un fenomeno scontato, si è rivelato anche nei risultati di questo studio, che ha esaminato in particolare come l’eccitazione sessuale si colleghi alla condivisione personale.

Lo studio

Il campione di persone scelto per effettuare la ricerca è stato stimolato attraverso immagini e scene di film a sfondo sessuale, hot e sexy ma soft, senza ricorrere alla pornografia; successivamente, poi, è stato portato ad interagire con persone di sesso opposto (non sempre face-to-face, anche in maniera virtuale), per studiare come e se i comportamenti risultassero condizionati.

Quello che ne è emerso è che, anche in totale assenza di possibilità o probabilità di poter “ricavare” un rapporto sessuale da quella interazione, i soggetti erano più propensi a condividere qualcosa di personale, intimo, persino segreto. Il tutto perché, a quanto pare, in molti pensavano al sesso senza nemmeno rendersene conto. L’attivazione sessuale, quindi, è già presente in questa contingenza e viene facile immaginare come questa tendenza alla confidenza cresca esponenzialmente dopo aver consumato un rapporto sessuale vero e proprio con qualcuno.

L’interpretazione dei risultati

Secondo gli studiosi, le motivazioni da ricercare in questi risultati sarebbero ancestrali: l’idea, infatti, di un rapporto più profondo tra i componenti della coppia suggerisce una percezione più solida dell’unione che, a sua volta, si rivelerebbe così più idonea per l’allevamento della prole.

E nell’età moderna?

Di certo, quello che si sa è che la condivisione di particolari intimi crea unione, complicità, legame. E si tratta, quindi, di un elemento importante che non può mancare in una coppia solida o che va formandosi e delineando la propria identità, dopo i primi incontri.

L’istinto di condivisione, quindi, sarebbe una combinazione di elementi inconsci, consci e legati alla specificità della coppia, anche perchè, ovviamente, ognuno di noi ha confidenze ed esperienze diverse da confessare.

L’elemento interessante, però, è che questa propensione all’intimità si fa strada nelle persone anche quando c’è solo desiderio ed interesse per qualcuno, senza aver consumato ancora alcun rapporto sessuale.

Quindi, se state cercando di capire se piacete alla persona che vi intriga, non vi resta che fare questo esperimento: se, durante una chiacchierata, la tensione scompare e l’intimità aumenta fino ad arrivare a confidenze personali, allora ci sono ottime probabilità che il vostro oggetto del desiderio si senta a suo agio e, a sua volta, piacevolmente colpito dalla vostra presenza.