YourMag » Sessualità » Astinenza sessuale: pro e contro
Astinenza sessuale: pro e contro

Astinenza sessuale: pro e contro

Il sesso è una parte importante della vita di coppia e, in generale, della sfera personale degli adulti. Tuttavia, per i motivi più svariati, può capitare di attraversare fasi, lunghe o brevi, caratterizzate da astinenza totale. Vediamo quali possono esserne le conseguenze.

La vita di coppia, soprattutto quando si tratta di unioni di lunga durata, è risaputo che possa attraversare dei momenti di calma piatta, sul lato sessuale, per una serie infinita di motivi: problemi al lavoro, trasferimento di uno dei due coniugi, stress, preoccupazioni, impegni che si moltiplicano ed imprevisti mangia-tempo sono solo alcune delle contingenze che si possono citare.

Inoltre, chi si ritrova single per molto tempo, senza dedicarsi nemmeno ad avventure fugaci, può facilmente incappare in una condizione del genere, che può protrarsi anche a lungo. D’altro canto, come si suol dire, “l’appetito vien mangiando” e la cosa vale anche al contrario: quando si smette di far sesso, l’organismo e la mente si “assestano” su questo nuovo stato di equilibrio e possono anche restarci in maniera “cronica”.

Ma cosa succede, al corpo e alla psiche, quando si attraversano fasi come questa?

Sistema immunitario: reagisci!

Il primo effetto degno di nota, e sul quale, poi, se ne concatenano moltissimi altri, è sicuramente quello che riguarda l’abbassarsi delle difese immunitarie.

Stando ai dati di una ricerca condotta dalla Wilkes-Barre University, in Pennsylvania, infatti, i soggetti che hanno una vita sessuale più attiva (almeno settimanale) hanno a disposizione l’incremento di immunoglobulina A, un anticorpo che combatte i virus, addirittura del 30%.

Da qui si capisce come sia molto più facile, per chi fa poco movimento sotto le lenzuola, contrarre febbre, raffreddori ed influenza in genere.

Ma le cose stanno anche molto peggio di così.

Secondo la American Urological Association, chi pratica sesso regolarmente ha meno probabilità di contrarre il cancro alla prostata, esattamente come, secondo un altro studio pubblicato sul Journal of Medicine, per queste persone si abbasserebbe anche il rischio di sperimentare problemi di disfunzione erettile: è come se il sesso, in sé, facesse da “allenamento”.

Stato psicofisico

Non è solo l’organismo a risentirne in senso stretto.

È stato dimostrato da alcuni ricercatori scozzesi che la mancanza di attività sessuale può generare anche una forma di stress di sottofondo, per cui si fronteggiano peggio determinate situazioni di vita che comportano ansia e preoccupazione: il sesso, infatti, stimolando la produzione di endorfine e ossitocina, riesce a canalizzare meglio questo tipo di emozioni e a gestirle diversamente.

Inoltre, è risaputo che la mancanza di connessione sessuale all’interno della coppia può generare malcontenti, dubbi, gelosie, paranoie e persino fratture irrimediabili, se non si instaura il dialogo necessario a confrontarsi e a superare insieme la situazione. Una coppia insicura è una coppia fragile, non bisogna dimenticarlo.

Tra i risultati più curiosi c’è anche il fatto che le donne in astinenza sessuale sarebbero più nervose… la notizia non costituirebbe una novità, se non fosse stato specificato che anche coloro che praticano sesso regolarmente sentono le stesse emozioni, quando si tratta di coppie che utilizzano il preservativo: il segreto, pare, sarebbe racchiuso dalle sostanze contenute nello sperma.

Contro

Nonostante i pro per una vita sessuale attiva siano tantissimi, come abbiamo visto, c’è un “effetto collaterale” che va considerato: secondo le statistiche, quasi l’80% delle infezioni del tratto urinario si verificano entro 24 ore dal rapporto sessuale, poiché durante l’atto, i batteri presenti nella vagina possono essere spinti fin nell’uretra. Per le donne, quindi, l’astinenza garantisce una minor probabilità di contrarre dolorose cistiti e infezioni. Magra consolazione!