Aria di rinnovo in casa? Ecco qualche dritta
YourMag » Casa » Aria di rinnovo in casa? Ecco qualche dritta
arredamento soggiorno con piante

Aria di rinnovo in casa? Ecco qualche dritta

Quella del rinnovo di casa è un’esigenza che, prima o poi, sentono tutti, nel corso degli anni: è un modo per dare una seconda vita agli ambienti del quotidiano, adattandoli a nuove influenze, mode o, persino, ad un cambio di gusti.

C’è chi ama cambiare casa di tanto in tanto e chi, affezionato alla propria dimora di sempre, preferisce sbizzarrirsi in rinnovi, piccoli lavori e ristrutturazioni.

Le mode, si sa, con il tempo possono stravolgersi e cambiare completamente, ma anche la propria personalità può slittare verso stili e colori differenti negli anni: da qui il concetto di un arredamento che non è più visto in chiave “eterna”, come una volta, ma sempre interscambiabile, accomodabile, da rivedere e correggere anche con il fai-da-te, ad esempio in stile country o shabby chic.

Ma quali sono i consigli universali da seguire, per evitare di fare errori di cui, poi, pentirsi?

Effetto natura: sì a piante da interni e da esterni

Se i vostri ambienti domestici sono carenti in piante, pensate a rimediare. Fermo restando che uno studio recente ha assicurato che avere del verde in casa porta soltanto benefici, in termini psicologici e di “pulizia” dell’aria, un balcone fiorito o una finestra con un davanzale pieno di vasetti sono, sicuramente, parte integrante di un arredo accogliente e “cozy“. Anche le grandi piante da interno sono un elemento di decoro perfetto, a patto di sistemarle in punti strategici, lontane o vicine alla luce in base alle loro specifiche esigenze.

Ambienti piccoli: colori chiari e porte scorrevoli

Poiché il trend generale degli acquisti immobiliari riguarda le grandi città, nei quartieri più “comodi” in quanto a servizi e trasporti, questo implica, spesso, che si abiti in metrature abbastanza ridotte. Con l’ingegno, però, si può pensare ad alcune soluzioni salvaspazio, come un mini ufficio creato in un sottoscala o una cucina soppalcata da un vano letto fronte-stelle, ovviamente corredati di porte scorrevoli a scomparsa; non solo, si possono progettare anche scenari di colore studiati, utilizzando tonalità chiare, pastello, luminose, che aiutino a “ingrandire”, se pur solo per effetto ottico, gli ambienti.

Mix di stili

Con l’era moderna, spesso futuro e passato si fondono e non è più obbligatorio seguire un solo, unico stile: elementi vintage si accostano benissimo anche alle linee e ai colori metallici più all’avanguardia, creando un contrasto che è l’anima di questo momento storico, non solo a livello di arredamento. Quindi, assolutamente consentito osare.

Valutare gli spazi al millimetro

Non c’è cosa peggiore che vedere un mobile “incastrato” nel posto sbagliato: a volte può capitare di fare acquisti impulsivi, senza controllare misure, accordo di colori, spazi. Mansarde e villette, ad esempio, possono avere un tetto a spiovente che, nelle parti più basse, mal si concilia con scaffalature e mobilio troppo alto. Valutare, quindi, a priori, gli elementi da inserire è assolutamente obbligatorio!