YourMag » Casa » Aria condizionata: i segreti per usarla al meglio
Aria condizionata: i segreti per usarla al meglio

Aria condizionata: i segreti per usarla al meglio

Quando la temperatura è rovente, per tanti l’unica salvezza è l’aria condizionata: a casa, in ufficio, in macchina. Si sopravvive solo quando c’è, ma bisogna stare attenti.

L’aria condizionata è molto utile quando il caldo diventa insopportabile, ma va usata con moderazione e seguendo qualche precauzione, affinché il sollievo non si trasformi in una sofferenza.

Il condizionatore, infatti, pur essendo la soluzione ideale per rinfrescare l’ambiente e per deumidificare, non è amato da tutti. Molte persone, infatti, non riescono a sopportarlo e preferiscono patire il caldo piuttosto che usarlo.

Aria condizionata: come usarla bene e non spendere una fortuna

Adottando alcuni accorgimenti, però, si può usare l’aria condizionata nel modo migliore. Senza che provochi qualche malanno (dal raffreddore alla tosse, passando per il mal di testa e i dolori osteo-muscolari) e senza rischiare di avere bollette esorbitanti.

Risparmiare scegliendo il meglio

Quando si acquista un condizionatore è meglio acquistarne uno di classe A. La spesa iniziale è maggiore, ma la classe superiore garantisce un maggiore risparmio energetico. Anche la sua posizione è importante, per funzionare al meglio deve essere posto in alto libero da ostacoli, in modo che l’aria circoli liberamente.

Pulizia e manutenzione

La prima si può fare da soli: basta togliere i filtri e lavarli con acqua e sapone di marsiglia. Dopo averli fatti asciugare al sole, si possono rimettere. La pulizia va fatta ogni due mesi se il condizionatore si usa spesso. Essa è importantissima perché nei filtri si possono annidare polvere, acari, microrganismi e muffe nocive, che provocano allergie e infezioni: come la legionella, che nei casi più gravi può essere anche mortale. Un tecnico, invece, una volta all’anno deve verificare il livello del gas refrigerante e la pulizia della serpentina.

Per evitare brutte sorprese nella bolletta

Per non sciupare elettricità inutilmente e, quindi, non spendere cifre esorbitanti, è importante stabilire una giusta temperatura del condizionatore. Per evitare sbalzi di temperatura tra l’esterno e l’interno, che possono fare malissimo, la temperatura interna deve essere 4 o 5 gradi inferiore a quella esterna. Inoltre, quando il condizionatore è acceso, bisogna tenere porte e finestre chiuse nelle ore più calde; mentre è utile spegnerlo e fare arieggiare l’aria la mattina presto e la sera. Infine va spento quando non si è a casa o nella stanza. Se dovesse fare ancora caldo nelle ore notturne, si può impostarlo sui 25/26 gradi o utilizzarlo con la funzione dry, che mantiene l’aria fresca e fa risparmiare energia elettrica.

Raccomandazioni per chi usa il ventilatore

Il ventilatore ha un costo più basso ed alcuni lo preferiscono, ma anche per questo bisogna seguire delle precauzioni: non indirizzare il flusso dell’aria su se stessi e, se si fa, tenere la velocità al minimo e bere molta acqua, perché il getto d’aria diretto favorisce la sudorazione e ci si può disidratare rapidamente.