YourMag » Vita di Coppia » Amore: attenzione all’orbiting
Amore sui social network: arriva l'orbiting

Amore: attenzione all’orbiting

L’amore non è mai stato una “cosa semplice”, a dispetto della canzone cantata di Tiziano Ferro, e nell’era dei social lo è ancora di più, se possibile.

Con l’avvento di WhatsApp, Facebook e Instagram, è cambiato il modo di comunicare anche nei rapporti uomo e donna. Sono cambiati i comportamenti, che è bene conoscere se non si vuole rischiare di illudersi e, nella peggiore delle ipotesi, soffrire.

Nei rapporti “amorosi” sui social cambia anche il modo di definire i comportamenti e i modi di fare degli attori di questo nuovo tipo di relazioni. Sono nate addirittura delle nuove parole che identificano i “seduttori” nell’era dei social network.

Amore e social: arriva l’orbiting

Giorno dopo giorno questo vocabolario del dating online si arricchisce di nuovi termini. E così ai già noti ghosting, ossia quando lui sparisce di colpo, o zombieing, quando lui ritorna altrettanto di colpo, si aggiunge il nuovo orbiting, che è il nuovo status del flirt via social network.

Che cos’è l’orbiting?

L’orbiting, così come il ghosting, lo zombieing, ma anche il benching (essere il “piano di riserva” di un’altra persona) ed il breadcrumbing (quando il seduttore social si fa sentire sporadicamente, generando illusioni nell’altra persona), esiste perché ci sono i social network.

Ormai sempre più spesso ci si conosce su Facebook e sugli altri social, che sembrano terreno fertile per far nascere una storia d’amore. A volte lo sono, ma altre volte ci si imbatte in situazioni strane ed inspiegabili. E allora nasce l’orbiting, che significa orbitare nella vita dell’altra persona, senza però scomparire del tutto come accade nel ghosting.

Lui non si trasforma in un fantasma, ma dopo essersi sentiti e, magari, anche visti, improvvisamente cambia. Non sparisce, ma continua a gravitare nella vita social della sua “vittima”. Si limita a mettere dei like a qualche post ogni tanto, si spinge un po’ più oltre lasciando un cuoricino sotto una foto, di tanto in tanto, o rispondendo a qualche messaggio. Insomma, di fatto, non scompare, ma ciò che fa è solo tenere buona l’altra persona con piccoli segni, che però non servono a niente e, soprattutto, non hanno alcun significato. Si tratta di un atteggiamento strategico, per certi versi anche malvagio, perché dà sempre l’illusione che, forse, domani tutto potrebbe ritornare come prima.

La verità è che non gli piaci abbastanza

Ma perché accadono queste cose? Anche se può essere consolatorio e aiuta a superare i momenti d’ansia, in cui su WhatsApp c’è solo la spunta blu e nessuna risposta da parte sua, è inutile dare spiegazioni fantasiose e poco credibili per giustificare questa assenza. La spiegazione, purtroppo, è solo una, e cioè che non gli piacete abbastanza ed è questo l’unico motivo per cui scompare completamente o continua ad orbitare intorno a voi, ma solo sulle vostre pagine social.