YourMag » gossip » Addio a Laura Biagiotti: il mondo della moda (e non solo), saluta la grande artista
A moment of the funeral service of Laura Biagiotti in Rome, Saturday, May 27, 2017. Laura Biagiotti, an Italian fashion designer who conquered global markets with her soft, loose women's clothes and luxurious knits that won her the nickname "Queen of Cashmere," died Friday following a heart attack. She was 73. ANSA/CLAUDIO PERI

Addio a Laura Biagiotti: il mondo della moda (e non solo), saluta la grande artista

Chiesa di Santa Maria degli Angeli a Roma. E’ qui che si sono svolti i funerali per salutare un grande volto ed un grande nome del mondo della moda: Laura Biagiotti.

Classe ’43, Laura Biagiotti, donna rivoluzionaria e artista dal carisma eccezionale, sin da ragazzina si è distinta per le doti imprenditoriali ed artistiche, seguendo passo dopo passo la strada intrapresa prima di lei, dalla sua adorata madre. Avevano una piccola sartoria alle porte di Roma, questa la loro più grande fortuna. La famiglia Biagiotti capitanata dalle donne di casa, è così riuscita a far fortuna sfruttando l’onda del boom economico di quegli anni. 

Laura Biagiotti, specializzandosi sempre più nel settore, è riuscita a ritagliarsi un settore sempre più di nicchia nel mondo della moda. Lavorando con il mercato estero, diede da subito un valore aggiunto al made in Italy nel mondo. 

Tra sfilate, innovazioni e talento, Laura Biagiotti si insinua prepotente nel mondo della moda, creando sotto di se un vero e proprio impero: la sua azienda alle porte di Roma. Con passione e devozione, negli anni ha ricevuto numerosi apprezzamenti e meriti lavorativi non solo nel nostro paese ma anche in Cina ed in America. Proprio lì, in America, fu definita dal giornale nazionale il New York Times, la “regina del cachemire” .

Purtroppo la nota stilista si è spenta lo scorso venerdì per complicazioni cardiache al suo già ultimamente precario stato di salute. Aveva 73 anni e va via lasciando nello sgomento parenti ed amici. La figlia Lavinia, da sempre al suo fianco, era da qualche anno diventata vice direttrice della loro florida azienda. Presente ad ogni sfilata, guardava sua madre come fonte di ispirazione e donna alla quale mirare. 

E’ proprio a lei, che parenti ed amici, durante la cerimonia funebre, danno maggior supporto. E’ proprio per Lavinia, che d’ora in poi la vita non sarà più la stessa. Sulla bara di Laura, un panno bianco con una coroncina di rose banche donate proprio dalla figlia alla madre scomparsa come ultimo saluto ad una donna che ha fatto la storia del nostro paese.