Un'immagine del 18 maggio scorso del difensore del Genoa Armando Izzo durante l'ultimo stage azzurro a Coverciano (Firenze), 23 maggio 2016. 
ANSA/MAURIZIO DEGL INNOCENTI

Camorra e calcioscommesse in serie B, 10 arresti

E’ scattata all’alba l’operazione condotta dai carabinieri di Napoli che ha visto 10 persone arrestate afferenti al clan camorristico “Vanella Grassi“.

L’arresto sarebbe scattato a seguito dell’indagine della Dda di Napoli riguardo alcune partite truccate in serie B, su cui la Camorra avrebbe esercitato la propria influenza. Stando alle intercettazioni, emergerebbe chiaramente una frase piuttosto emblematica, come riportato dall’ANSA: “Dobbiamo mangiare tre polpette, abbiamo la pancia piena”.

Secondo i carabinieri, tramite il contatto di un giocatore di serie A, il clan avrebbe stretto un sodalizio criminale volto ad alterare il risultato di alcune partite disputate in Campania tra il 2013 ed il 2014 mediante ingenti somme di denaro da versare nelle casse di persone compiacenti.

Tra i calciatori indagati spiccano i nomi di Armando Izzo, difensore del Genoa, il centrocampista dell’Acireale, Francesco Millesi, dalla passata militanza  dell’Avellino, e l’ex calciatore Luca Pini.

ef2ee85d7080e5cf09c9fe45a30d3792

Andrea Pazienza, oggi compirebbe 60 anni

Il 23 maggio del 1956 nasceva Andrea Pazienza, fumettista pescarese passato alla storia per personaggio come Zanardi, Pompeo e Penthotal. Una testimonianza del grande talento dell’artista è stata fornita dal cantautore Roberto Vecchioni, intervistato dall’ANSA.

“Andrea Pazienza disattendeva ogni volta le mie indicazioni ma alla fine esprimeva esattamente ciò che intendevo” ha dichiarato Vecchioni riguardo alle copertine che il pescarese ha disegnato per lui a partire dal singolo “Signor Giudice” del 1979.

Il suo talento era soprattutto “Saper rappresentare allo stesso tempo il buono e il cattivo dell’animo umano” continua Vecchioni, e a proposito dell’impegno sociale di Pazienza, il ‘professore’ afferma che “Aveva un modo tutto suo di raccontare il sentimento e soprattutto di protestare rispetto all’ingiustizia. Era un personaggio molto particolare e geniale.”

9c8187214fcaebba39420e433c28765c

1000 Miglia, oggi il via

La 34esima edizione della Mille Miglia ha preso oggi il tradizionale via da Brescia. Alla partenza hanno preso parte 450 auto d’epoca, con equipaggi provenienti da 41 paesi del mondo.

La gara a tappe prevede quattro soste: la prima avverrà oggi a Rimini, per poi ripartire domani alla volta di Roma, dove avverrà il controllo orario delle vetture nella cornice di Villa Borghese. Le auto percorreranno poi Via Veneto, dove dalle 19.30 saranno presentate al pubblico attraverso le piazze e le vie del centro storico della capitale. In nottata le vetture arriveranno poi all’Eur, dove sosteranno. Il ritorno a Brescia è previsto per domenica, dopo aver effettuato il terzo tratto di gara che prevede un’ultima sosta a Parma.

 

9c8187214fcaebba39420e433c28765c

Morto Marco Pannella, camera ardente a Montecitorio

Si è spento a 86 anni presso la clinica romana di Nostra Signora della Mercede Marco Pannella, leader del Partito Radicale.  Ricoverato a causa dell’aggravamento delle sue condizioni, è morto ieri alle 14 assistito dai compagni di tante battaglie.

“Ha resistito in questi tre mesi soffrendo ma anche regalando agli altri e a sé stesso momenti di gioia. Scherzava dicendo che ‘l’erba cattiva non muore mai’ ed era comunque attaccato alla radio. E si incazzava pure” ha raccontato Rita Bernardini, una degli attivisti rimasti fino all’ultimo accanto a Pannella.

Affinché tutti possano rendere omaggio al “vecchio leone”, domani alle 15 sarà allestita presso Palazzo Montecitorio una camera ardente, mentre il Partito Radicale ha organizzato una veglia per la notte tra venerdì e sabato, giorno in cui la salma di Pannella attraverserà Piazza Navona per poi fare rientro a Teramo, sua città natale in cui verrà sepolto.

L'attore Lino Toffolo, oggi 19 novembre 2010, prima della conferenza stampa per la presentazione  del film '' Tutti i padri di Maria '' alla Casa del Cinema a Roma.
ANSA / DANILO SCHIAVELLA

Morto Lino Toffolo, attore simbolo di Venezia

Lino Toffolo, attore, cabarettista e cantautore, è morto a 82 anni a causa di un malore. Nato a Murano, esordì negli anni ’60 al Derby di Milano accanto a personaggi del calibro di Enzo Jannacci.

Protagonista di molte trasmissioni televisive, ha partecipato a svariate pellicole cinematografiche interpretando spesso il ruolo del veneto ubriaco. E’ stato diretto da registi quali Mario Monicelli, e ha interpretato alcune sigle televisive, tra cui quella famosissima di Johnny Bassotto.

Ricoverato giorni fa a seguito di una caduta, a causa della quale aveva riportato alcune fratture, Toffolo ha rappresentato con eleganza i lati positivi e negativi dell’essere veneziano, senza mai scadere nel volgare, anche quando di recente, sul suo profilo Facebook, ammoniva le mode sconsiderate e pericolose degli adolescenti, come  quella di farsi selfie sdraiati sui binari.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi, accompagnato dal candidato sindaco di Roma e vicepresidente della Camera Roberto Giachetti, a casa di Marco Pannella per una visita, Roma, 12 marzo 2016.
ANSA/UFFICIO STAMPA PALAZZO CHIGI-TIBERIO BARCHIELLI
+++ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING+++

Pannella, peggioramento delle funzioni vitali

Le condizioni del leader del Partito Radicale, Marco Pannella, da anni affetto da due tumori e ora ricoverato in una clinica privata romana, si sono aggravate.

Stando a fonti mediche il ricovero sarebbe stato inevitabile, oltre che all’assoluto divieto da parte del personale medico di ricevere visite, in modo tale da garantire a Pannella tranquillità e riservatezza.

La notizia del ricovero di pannella è stata protagonista anche sui social network, ed in particolar modo su Twitter, il cui hashtag #Pannella è diventato uno dei più virali in rete, con migliaia di utenti che hanno inviato al leader radicale messaggi di affetto e incitamenti a non mollare la sua battaglia per la vita.

fino a ieri lui stesso ha riwittato e condiviso sui suoi profili social le incitazioni e i messaggi di colleghi, amici e gente comune, dimostrando ancora una volta come la sua tempra da combattente sia tutt’altro che spenta.

 

Autostrade: 'Giro' sulla A1 panoramica tra Firenze e Bologna

A1, pedalata non competitiva Firenze-Bologna

Il vecchio tracciato dell’Autostrada del Sole è stato protagonista di una tappa speciale del Giro d’Italia 2016, che ha visto pedalare oltre 500 ciclisti sul tratto che collega Firenze a Bologna, per un percorso che ha visto come punto di partenza l’Area di Servizio di Aglio Ovest, per poi giungere al casello di Pian Del Voglio e tornare indietro alla volta dell’area di sosta fiorentina.

La manifestazione non competitiva, denominata “Un Giro in A1 Panoramica” e organizzata da Autostrade per l’Italia, in collaborazione con la Polizia Stradale e il gruppo editoriale Rcs, si è tenuta ad una velocità controllata di 36 chilometri l’ora per tutta la durata del percorso, ed ha visto un numero notevole e inaspettato di partecipanti.

Ukraine's Jamala celebrates with the trophy after winning the Eurovision Song Contest final with the song '1944' in Stockholm, Sweden, Sunday, May 15, 2016. (ANSA/AP Photo/Martin Meissner)

Eurovision Contest, vittoria Ucraina con polemiche

L’edizione 2016 dell’Eurovision Song Contest è stato vinto dalla cantante ucraina Jamala, con una canzone dalla forte tematica che ha suscitato molte polemiche.

La canzone vincitrice infatti, intitolata “1944”, è dedicata al popolo tartaro di Crimea, deportato dal regime sovietico di Stalin. La replica della Russia, che con il proprio alfiere,  Sergey Lazarev, si è classificata seconda, non si è fatta attendere. Se il festival non fosse stato “politicizzato”, ha affermato il  Presidente della Commissione affari esteri del Senato russo Konstantin Kosaciov,“avrebbe sicuramente vinto il primo premio, come ha anche dimostrato il voto degli spettatori”.

Rincara la dose Maria Zakharova, portavoce del Minsitero degli esteri russo, affermando che il prossimo anno la canzone vincitrice della manifestazione canora sarà dedicata al regime siriano di Bashar Al Assad. 

Arisa  foto e cover

X Factor, annunciati i nuovi giudici

La nuova edizione di X Factor del prossimo autunno avrà due nuove entrate nella giuria.

Accanto a Fedez, già protagonista dell’ultima edizione del talent show con la vittoria di Lorenzo Fragola, e oltre al rientro di Arisa, già giudice della quinta e sesta edizione, che aveva lasciato denunciando brogli, i nuovi giudici di X Factor saranno il cantante degli Afterhours Manuel Agnelli e Alvaro Solèr, autore del tormentone estivo El Mismo Sol.

Sui siti web e sui social già sono sorte critiche e perplessità circa la partecipazione di Agnelli al talent, vista e considerata la sua ventennale carriera di musicista e produttore indipendente, nonché la sua aura di purista della musica d’autore.

Migranti di origine subsahariana a bordo di un gommone durante le operazioni di soccorso della nave "Comandante Bettica" della Marina Militare nel Canale di Sicilia, 15 Settembre 2015. ANSA/ GIUSEPPE LAMI

Dati Frontex, Italia più migranti della Grecia

I dati emersi da Frontex, l’Agenzia Europea per il controllo delle frontiere, rilevano un numero di migranti sbarcati in Italia superiore a quelli arrivati in Grecia, stando a quanto registrato lo scorso aprile.

Per la prima volta da Giugno dello scorso anno, il nostro paese torna ad essere la prima destinazione degli sbarchi dei migranti, che sono stati oltre 8000 sulle coste del Mediterraneo centrale, contro i 2700 delle coste greche. “C’è stata una drastica riduzione degli arrivi sulle isole greche”, ha affermato il direttore di Frontex Fabrice Leggeri.

La maggioranza dei migranti arrivati in Italia sono di nazionalità eritrea, egiziana e nigeriana, e nonostante il dato sia comunque rilevante, Frontex rileva un decremento degli arrivi del 13% su base mensile, mentre su quella annuale esso si riduce addirittura del 50% rispetto allo scorso anno.